L’immigrazione spiegata ai bambini: una nuova opera di Lelio Bonaccorso e Marco Rizzo

0
399
L'immigrazione spiegata ai bambini:

L’immigrazione spiegata ai bambini: il Viaggio di Amal, è un libro realizzato da Lelio Bonaccorso e Marco Rizzo. I due non è la prima volta che collaborano ad un libro indirizzato a sensibilizzare i più piccoli, volto a spiegar loro argomenti “da adulti”.

Leilo Bonaccorso e Marco Rizzo, infatti, avevano già collaborato per la realizzazione di Peppino Impastato. Un giullare contro la mafia e L’invasione degli scarafaggi: la mafia spiegata ai bambini.

Acquista su Amazon.it

Marco Rizzo è un fumettista e giornalista italiano, fondatore del portale comicus.it, e, nella sua carriera, ha collaborato con diverse testate (fra cui l’Ansa). Dal 2010, fra le altre cose, si occupa della rubrica dedicata ai fumetti per l’Unità. Ciò che ha contraddistinto la sua carriera è però il giornalismo a disegni, tramite il quale Rizzo ha potuto esprimere tutto il suo talento di fumettista e giornalista.

Anche Leilo Bonaccorso è un fumettista ed illustratore italiano, le meravigliose illustrazioni de L’immigrazione spiegata ai bambini: il viaggio di Amal, sono infatti sue. Anche lui ha collaborato con diversi quotidinani ed ha pubblicato con più case editrici, fra cui BeccoGiallo (la casa editrice di L’immigrazione spiegata ai bambini).

Le illustrazione di Leilo Bonaccorso sono colorate e delicate, adatte ad accompagnare una storia altrettanto delicata come questa.

 

L'immigrazione spiegata ai bambini: il viaggio di Amal

L’idea di realizzare L’immigrazione spiegata ai bambini: il viaggio di Amal, nasce dalla loro collaborazione precedente (La Mafia spiegata ai bambini). Gli autori raccontano che durante la presentazione del libro molte delle domande poste dai bambini riguardavano, appunto, l’immigrazione.

L’immigrazione spiegata ai bambini: il Viaggio di Amal

“Si possono trovare tante cose  nel mare

Si possono trovare, sul fondo, i relitti dei galeoni dei pirati di qualche secolo fa. E quelli delle galee degli antichi romani di qualche milennio fa.

In acqua si possono tovare pesci colorati, balene, deflini, squali, calamari e creature microscopiche come il plancton.

Sopra il mare si possono trovare gabbiani e pesci angelo, vecchi pescherecci e Yacht Modernissimi, navi gigantesche e piccole barche a motore”.

L'immigrazione spiegata ai bambini:il viaggio di Amal

L’immigrazione spiegata ai bambini: il viaggio di Amal è principalmente una fiaba, e, come tutte le fiabe, dietro una storia che ha per protagonisti un gruppo di buffi animaletti, vi sono molteplici letture.

L’ambientazione di questa fiaba è una barca,  sulla quale si ritrovano tutti: uomini, donne, bambini e loro. I nostri protagonisti.

Amal, la gatta nera; Joe, un cagnolino simpatico e smilzo; Sir Alqamar, il falco taciturno ed, infine, la capretta dall’aria un po’ buffa e poco scaltra. Lei è talmente magra che le si possono vedere le costole (assomiglia ad uno Xilofono), ma grazie a lei il suo padrone ha potuto arricchirsi.

Il motivo che spinge tutti quanti a partire, come facilmente immaginabile, è la ricerca di un posto migliore.L'immigrazione spiegata ai bambini:

Durante il viaggio all’insegna della speranza, i protagonisti si narrano vicendevolmente le loro storie e i motivi per cui si sono sentiti costretti a partire. Tramite i racconti degli animali vengono affrontate tematiche diverse, sempre legate all’immigrazione, come ad esempio Daesh (i cui soldati hanno deturpato la terra da cui proviene il falco).

Il passatore è invece un gabbiano, che chiede in cambio dell’approdo sulla terra ferma un tributo in cibo, cibo che viene negato agli stessi passeggeri durante il viaggio ( però dal timoniere, umano, che finge di averlo terminato).

Gli animali sono gli unici ad avere un volto, gli esseri umani, infatti, sono, per tutto il racconto, uno sfondo: quasi a farci capire che le storie dei protagonisti sono anche le loro, quelle di tutti loro, per cui, non serve (a livello grafico) sottolinearne le differenze nei tratti somatici.

L’unico momento in cui gli esseri umani vengono rappresentati in volto, è, infatti, il finale dove gli abiti consunti e le mani segnate lasciano il posto ai grandi sorrisi.

 

Acquista su Amazon.it