Imbarazzante gaffe di Anna Falchi “Siamo tutti antisemiti”

0
200

Anna Falchi fa una gaffe durante la trasmissione Quelli che il calcio dicendo: siamo tutti antisemiti

La nota attrice si trovava allo Stadio Olimpico di Roma come inviata della trasmissione Quelli che il calcio per commentare la partita Lazio – Chievo.

Proprio dallo Stadio stava commentando i recenti (tristi) episodi di antisemitismo che hanno interessato alcuni ultrà.

Anna Falchi stava condannando questi fatti e per errore ha dichiarato che lo sono tutti. Nello specifico ha detto “Oggi è stato bello ed è giusto ricordare che siamo tutti antisemiti”.

E’ evidente che l’attrice abbia detto la frase per errore e che volesse condannare l’antisemitismo ribadendo che essere laziali non significa odiare gli ebrei.

La showgirl si è subito scusata tramite un post su instagram riconoscendo la gaffe.

Probabilmente l’euforia per il 5-1 della Lazio sul Chievo ha giocato davvero un bruttissimo scherzo ad Anna Falchi.

I conduttori della trasmissione tv Paolo Kessisoglu e Luca Bizzarri sono intervenuti per chiarire l’errore della evidente gaffe.

Se vuoi vedere la trasmissione clicca qui

E’ strano che tutto questo accada alla vigilia di quello che conosciamo come il giorno della Memoria, il 27 gennaio.

GLI EPISODI DI ANTISEMITISMO DEGLI ULTRA’

Anna Falchi stava facendo un chiaro riferimento al grave episodio riguardante le figurine di Anna Frank con la maglia della Roma lasciati da alcuni tifosi biancocelesti nella curva Sud. Grazie alle telecamere sono stati individuati i responsabili dell’accaduto e condannati (di cui tre risultano minorenni).

A peggiorare il tutto ci sarebbero state le parole del presidente della Lazio Lotito “Famo sta sceneggiata”, Lotito avrebbe pronunciato queste parole proprio mentre era in volo verso Roma per porgere le scuse alla comunità ebraica da parte del mondo biancoceleste.

I fiori portati da Lotito in segno di scusa sarebbero stati visti nel Tevere la mattina seguente, probabilmente in segno di disapprovazione verso il Presidente della Lazio.