La famiglia Zero rifiuti: come ridurre a (quasi) zero i propri rifiuti domestici

0
263

È un’idea ambiziosa quella di Jérémie Pichon e di Bénédicte Moret, ossia l’essere una famiglia Zero rifiuti a tutti gli effetti: produrre in casa tutto il necessario ed eliminare gli imballaggi dalla propria vita. [ Qui potete trovare il sito ufficiale, in francese, del loro libro]

Da questa loro esperienza è nata la voglia di condividerla con gli altri, da qui l’idea di pubblicare un libro per spiegare, a chi volesse imitarli, quali sono i passi da compiere per cominciare a vivere inquinando meno e come mettersi all’opera.

La famiglia Zero Rifiuti

Ovviamente arrivare a non produrre affatto rifiuti è difficile, quasi impossibile per chi non ha molto tempo da poter passare a casa. Inoltre, spesso, cominciare è abbastanza dispendioso. Fabbricare i propri saponi (che siano per l’igiene della casa o per se stessi non cambia) richiede l’acquisto di diverso materiale che costa. Certamente, basterà per tutto l’anno e alla fine si arriverà a spendere molto meno, ma resta una spesa da dover affrontare tutta d’un colpo a cui non tutti possono far fronte. E i risultati, in termini economici, arriveranno piuttosto tardi.

La famiglia Zero Rifiuti

Insomma, essere una famiglia Zero rifiuti, oltre a richiedere molto tempo, è un investimento che può risultare sbagliato se non si ha la costanza di continuare a fabbricarsi le proprie cose da sé.

Arrivare a consumare meno però, o a ridurre almeno un minimo la propria spazzatura, non è certo un obiettivo impossibile e, anzi, andrebbe sentito come un dovere. In questo caso, la guida scritta da Jérémie e Bénédicte è molto utile e la scrittura non è affatto difficoltosa, anzi, è piacevolmente scorrevole.

Non è un trattato sull’ecologia e nemmeno un libretto d’istruzioni sullo stile di vita ecocompatibile. La famiglia zero rifiuti è più un fumetto, con molte didascalie. È un libro frizzante e divertente: vi sono molte immagini, colori, fumetti, ricette spiegate a disegni,… che rendono questo piccolo manuale fruibile anche ai più piccoli.

Gli stessi Jérémie Pichon e di Bénédicte Moret consigliano a chi volesse intaprendere questo percorso di non esagerare e cominciare a fare una cosa per volta. La prossima volta che si avrà tempo se ne farà un’altra.

La famiglia Zero Rifiuti

Cambiare il proprio stile di vita non è facile e se si tenta di fare tutto subito il rischio è quello di rinunciare in partenza. Passo dopo passo gli sforzi da fare non saranno enormi (nè economicamente nè mentalmente) e il risultato sarà più facile da ottenere.